Agus Progressisti: la giunta Solinas e il pasticcio delle amministrative

-
Il consigliere dei Progressisti Francesco Agus, all'indomani della raccolta firme, dell'allarme e della battaglia per l'election day portata avanti dal candidato sindaco per Quartu Sant'Elena Graziano Milia che con una sorta di countdown ha cercato di sollecitare il consiglio regionale e la pubblica opinione a modificare il - "pasticcio amministrativo" come lo definisce il consigliere Agus - fino all'ultimo giorno utile del 27 luglio, invia una nota per segnalare le problematiche legislative createsi attorno alla legge che indice il periodo elettorale. 

"Esiste una legge regionale, la n.13 del 5 maggio 2020, che ha stabilito che in deroga alle normative vigenti, il turno delle elezioni amministrative 2020 si debba tenere ' in una domenica compresa tra il 24 ottobre e il 29 novembre 2020' - scrive Francesco Agus nella sua nota - Esiste poi una legge nazionale, la n.59 del 2020, che convertendo in legge il DL 26/2020 lo ha così modificato: (Art.1 lett. b) (...) “le elezioni dei consigli comunali previste per il turno annuale ordinario si tengono in una domenica e nel lunedì successivo tra il 15 settembre e il 15 dicembre 2020”; Coerentemente con questa disposizione a livello statale sono già state scelte le data del 20 e del 21 settembre per la celebrazione del turno elettorale". 

"La Giunta regionale avrebbe potuto fare diverse cose - prosegue il consigliere Agus rimarcando quanto detto dalla coalizione Milia più volte - avrebbe potuto, in virtù della straordinaria emergenza epidemiologica, applicare la Legge statale e fissare come date per le elezioni quelle di domenica 20 e lunedì 21 settembre,le stesse previste per il referendum e per le supplettive facendo così risparmiare alle casse pubbliche oltre 9 milioni di euro. In subordine, dato il totale disinteresse per il risparmio del denaro pubblico e il contenimento del rischio di contagio dimostrato in ogni sua scelta dalla Giunta regionale, potrebbe applicare la legge regionale e scegliere “una domenica compresa tra il 24 ottobre e il 29 novembre 2020”.  

"Una cosa non può fare - sottolinea il consigliere progressista -  quello che sta facendo. Ovvero fare un mix arbitrario della norma statale e di quella regionale e convocare i comizi per due giorni, domenica e lunedì come previsto dalla norma dello Stato, all’interno della finestra stabilità dalla legge regionale che invece impone il voto solo domenica. Un minestrone. Un pasticcio. Un errore grave. Una decisione simile, al netto di una modifica immediata della legge regionale, esporrebbe le imminenti elezioni amministrative al rischio di ricorsi e impugnazioni, contribuendo in questo modo ad aumentare l’instabilità del sistema degli enti locali sardi. Consigliamo alla Giunta di adoperarsi nella scrittura di leggi chiare, inoppugnabili e tese al contenimento della spesa pubblica. O quantomeno di esimersi dal presentarne di altre platealmente sbagliate: la gran parte delle norme approvate dalla maggioranza di centrodestra sono state oggetto di impugnazione. Altre, pur non impugnate, non hanno avuto alcun effetto perché considerate inapplicabili dagli stessi uffici della Regione. Sarebbe grave se a questo elenco dovesse aggiungersi anche questa e, a causa di errori gravi quanto evitabili, fosse leso il diritto delle comunità di eleggere i propri rappresentanti."

Opinioni

L'aperitivo con Manuel: Sulle strade della Sardegna #2
In queste settimane ho proseguito le mie scorribande lungo le strade della Sardegna, così ho avuto l'opportunità di incontrare altre interessanti personalità che si manifestano al volante.  La ragazza dominanteBraccio sinistro teso fuori dal finestrino e mano che penzola un po' rilassata e un po' ...

L'aperitivo con Manuel: Strade della Sardegna
Mi capita spesso di viaggiare in auto sulle strade della Sardegna e incrociare diverse persone, ciascuna con un proprio stile di guida; ne ho individuati alcuni che però rappresentano solo una piccola parte delle infinite personalità che si esprimono al volante di un'auto.   L’inconsapevole Lo si può riconos...

L'aperitivo con Manuel: Sagre di Sardegna #2
La varietà di feste e sagre in Sardegna è così grande che, dopo aver scritto l'articolo della scorsa settimana  ho realizzato di aver tralasciato alcuni eventi meritevoli di attenzione. Eccoli.   Sagra del ...

Maria Laura Orrù - Progressisti: non lasciamo nessuno indietro
"Sono passate poche settimane dalle dimissioni in tronco di un centinaio di lavoratori e lavoratrici stagionali nel Villaggio Palmasera, a Cala Gonone, tra i quali una cinquantina di donne sarde, impiegate come cameriere ai piani, molte in servizio da una ventina di anni - ricorda con amarezza la consigliera regionale Maria Laura Orrù - L'abbiamo r...

L'aperitivo con Manuel: Sagre in Sardegna
In ogni settimana dell'anno la Sardegna offre una vasta scelta di sagre, ricorrenze religiose, sfilate folkloristiche, mostre mercato, degustazioni e festeggiamenti di varia natura.  Il calendario viene stilato con grande attenzione, in modo che eventi simili non siano programmati in un arco di almeno 30 giorni, un raggio di 100 km e un ...

Alghero, Mario Conoci scrive all'ASSL: consentite le visite ai ricoverati
“Pervengono con sempre maggiore frequenza accorati appelli da parte dei cittadini relativamente al divieto di far visita ai pazienti ricoverati presso l’Ospedale di Alghero, introdotto a seguito della grave recente emergenza sanitaria. Si tratta spesso di familiari di ricoverati in condizioni di medio lungo degenza che da mesi non ricevono le ...

L'aperitivo con  Manuel: perché in Sardegna si vive cent’anni
La Sardegna è una delle “zone blu”, le aree del pianeta con la più alta concentrazione di centenari.  Secondo i ricercatori, la longevità dei sardi è determinata non solo dal patrimonio genetico, ma anche da alcuni fattori sociali come il ritmo lento e rilassato, la famiglia e la vita attiva in campagna. Vorrei dare il mio piccolo con...

Emanuele Cani, Partito Democratico: la dorsale è fondamentale per lo sviluppo
«Il pronunciamento del governo sul prezzo del metano è sicuramente un fatto positivo ma per una crescita economica e produttiva della Sardegna è necessario dare gambe al progetto per la realizzazione della dorsale» a dirlo è Emanuele Cani, segretario del Partito Democratico in Sardegna.«Solamente in questo modo - prosegue - si p...

La città metropolitana è un diritto dei sardi che vivono nel nord dell’Isola
Sin dal medioevo la Sardegna è stata ripartita amministrativamente in Capo di sopra e Capo di Sotto, a differenza del Piemonte, che ha avuto come unica “capitale” Torino, del Lazio che ha sempre avuto Roma o della Campania che ha quale città di riferimento indiscussa Napoli. Cagliari e Sassari hanno poche decine di migliaia di abitanti di differenz...

L'aperitivo con Manuel: la Sardegna in poche parole
Per l'aperitivo di oggi mi sono divertito a raccogliere le frasi di alcune persone che hanno descritto la Sardegna con poche parole che esprimono profondi sentimenti, sottili sensazioni oppure fanno semplicemente sorridere.  Le citazioni identificate con (A) sono di autori anonimi o comunque sono state pubblicate senza indicarne gli auto...