Alghero: Conoci risponde "non sono ipocrita, niente scuse"

-
Il sindaco Mario Conoci spiega perchè non porgerà le scuse alla consigliera Esposito dopo il consiglio del 25 giugno.

"Non consento a nessuno di mettere in discussione la mia moralità, la mia etica, la mia educazione e la mia correttezza e di certo non mi faccio giudicare da chi non è certamente depositario di verità rivelate o ha titolarità per dare patenti di correttezza o scorrettezza, ma si muove per i propri interessi di parte - afferma il primo cittadino - Il clamore strumentale sollevato da una parte dell’opposizione per una mia frase, totalmente fuori campo e fuori da un intervento formale in Consiglio Comunale e recepita da un microfono aperto, sta fornendo un pretesto per deviare il discorso dalle cose concrete dell’Amministrazione a questioni assolutamente prive di rilievo reale. Certamente non è nel mio stile offendere, e se dovessi farlo sarei il primo a chiedere scusa, tanto meno userei mai vocaboli inappropriati in un mio intervento in Consiglio Comunale. Trascinare la vicenda sul terreno delle discriminazioni di genere, sull'istigazione all'odio è la dimostrazione più lampante della strumentalità dell’operazione. Quando non si hanno argomenti nel merito si cerca l’attacco personale per tentare di screditare l’avversario. Lungi dalla mia etica, dalla mia educazione e dal mio modo di essere, anche solo tollerare atteggianti discriminatori di qualunque tipo, mantengo invece la mia capacità di autodeterminarmi, quella di avere un mio giudizio sulle cose che sento e che esprimo. Nessun intento di offendere da parte mia. La “pretesa” di scuse, che avrei porto se avessi offeso, è quindi abnorme rispetto a quanto accaduto. Ipocrita sarebbe stato un mio comportamento inverso, finalizzato a tacitare tutto, mirato ad assumermi una responsabilità che questa opposizione vuole a tutti i costi attribuirmi.  Mi dispiace ma l’ipocrisia non mi appartiene. Ho sempre camminato a testa alta assumendomi la responsabilità delle mie azioni".

Opinioni

La città metropolitana è un diritto dei sardi che vivono nel nord dell’Isola
Sin dal medioevo la Sardegna è stata ripartita amministrativamente in Capo di sopra e Capo di Sotto, a differenza del Piemonte, che ha avuto come unica “capitale” Torino, del Lazio che ha sempre avuto Roma o della Campania che ha quale città di riferimento indiscussa Napoli. Cagliari e Sassari hanno poche decine di migliaia di abitanti di differenz...

L'aperitivo con Manuel: la Sardegna in poche parole
Per l'aperitivo di oggi mi sono divertito a raccogliere le frasi di alcune persone che hanno descritto la Sardegna con poche parole che esprimono profondi sentimenti, sottili sensazioni oppure fanno semplicemente sorridere.  Le citazioni identificate con (A) sono di autori anonimi o comunque sono state pubblicate senza indicarne gli auto...

Dalla parte delle donne: un nuovo modello di leadership
Secondo un rapporto di Forbes, il business magazine con la più alta reputazione al mondo, i paesi che hanno resistito meglio al coronavirus hanno una cosa in comune: sono governati da donne. Le magnifiche sette, le prime ministre di Danimarca, Finlandia, Germania, Islanda, Norvegia, Nuova Zelanda e San Martin, hanno agito tempestivamente e con de...

Alghero: nessuna scusa in consiglio, sindaco arrogante, parla Gabriella Esposito
"Seduta surreale oggi" esordisce la consigliera Gabriella Esposito commentando la riunione di ieri. I consiglieri dell'opposizione avevano deciso di parteciparvi dopo un'assenza di quattro giorni per le offese rivolte alla consigliera da parte del Sindaco nella seduta del 25 giugno scorso. Partecipazione ritenuta importante per l'appro...

Rifiuti: quando il servizio è carente e l'inciviltà è indotta
Un cittadino che getta i propri rifiuti dove capita, dal semplice fazzoletto di carta alla cicca della sigaretta sino all’intera busta di immondizia, è senza alcuna ombra di dubbio un incivile che merita pene severe. Un cittadino civile, di contro, è colui che diligentemente differenzia i propri rifiuti e che rispetta le regole e i tempi del confe...

L'aperitivo con Manuel: Islandesi in Sardegna
Negli anni scorsi ho organizzato il viaggio in Sardegna per un gruppo di islandesi appassionati di trekking. Ho seguito il programma solo per poche ore ma sono state sufficienti per condividere alcuni momenti davvero emozionanti e divertenti. Eccoli.  La prima tappa è nella zona di Dorgali, dove incontro gl...

Alghero: la Rete delle Donne al fianco di Gabriella Esposito
Il Comune di Alghero è fra i comuni italiani che hanno firmato il Manifesto della Comunicazione non ostile ed inclusiva per la Pubblica Amministrazione. Si è riconosciuta l'importanza delle parole, delle conseguenze che producono, del peso che hanno nelle relazioni interpersonali per costruire una società non violenta. Si cita come non ostile u...

Rifiuti: Neuro ci racconta la storia di Orazio e le discariche abusive
Neuro e Orazio Molti si domandano cosa ci sia nella testa delle persone che abbandonano i rifiuti a lato delle strade. La nuovissima app MRTCCI finalmente ci permette di scoprirlo. Con questa tecnologia sviluppata in Sardegna abbiamo potuto dialogare con l'unico neurone che abita nel cervello di uno di questi misteriosi personaggi che ...