Quartu Sant'Elena: salvata una tartaruga marina

-
Salvato in località Margine Rosso, Quartu Sant’Elena, un esemplare di una tartaruga marina della specie Caretta caretta.

Nella mattinata di ieri alcuni bagnanti hanno segnalato alla sala operativa del Corpo Forestale il ritrovamento di un esemplare di tartaruga Marina in difficoltà. L’esemplare, era adagiato su un fondale di circa tre metri e non dava segni della normale vitalità. Immediatamente interveniva una pattuglia della Stazione Forestale di Cagliari, la quale ha preso in carico l’esemplare. La pattuglia ha dunque attivato la “Rete regionale di conservazione della fauna marina”, che ha assicurato l’intervento dei propri esperti biologi e veterinari. L’animale è stato poi ricoverato in una struttura specializzata. L’esemplare appartiene alla specie Caretta caretta, tartaruga marina presente nel mare Mediterraneo e nelle coste della Sardegna, nelle cui spiagge da alcuni anni sono state registrate anche deposizioni di uova. 

La presenza dell’animale è un elemento di rilievo a testimonianza della biodiversità marina, anche nella costa di Quartu Sant’Elena. La specie è messa in pericolo dall’inquinamento del mare e in particolare dalla presenza di rifiuti di film di plastica. Infatti l’animale è attratto da tali materiali poiché li confonde coi banchi di meduse che sono il suo alimento principale. Un’altra fonte di pericolo sono le eliche dei natanti, le quali provocano lesioni alle tartarughe. Sul carapace dell’esemplare soccorso si possono riconoscere i segni di una ferita non recente. L’Assessore regionale della Difesa dell’Ambiente Gianni Lampis manifesta il proprio compiacimento per la preziosa collaborazione dei cittadini con il Corpo Forestale. La tartaruga dopo il periodo di cure e riabilitazione, sarà rimessa in libertà; l’Assessore ha disposto che per l’occasione sia invitato il primo soccorritore, quale riconoscimento per la grande sensibilità ambientale e la capacità di intervento in ambiente marino.

Ambiente

Intesa tra Parchi: incontro tra i vertici del Porto Conte e Parco dell'Asinara
Nuova tappa nel percorso di collaborazione tra l’Azienda Speciale Parco di Porto Conte - Ente gestore del Parco di Porto Conte e dell’Area Marina Protetta Capo Caccia – Isola Piana - ed il Parco Nazionale dell’Asinara. Si rafforza il legame di collaborazione tra i parchi. Ieri mattina a Porto Torres si è tenuto l'incontro nella sede ...

Terralba: Forestale di Marrubiu recupera  esemplare ferito di Airone rosso
Il giorno 09 Ottobre 2020 Agenti della Stazione Forestale di Marrubiu, grazie ad alcuni cittadini di Terralba appartenenti alla LIPU di Oristano, hanno recuperato un esemplare di Airone rosso (Ardea purpurea). Il volatile è stato avvistato in loc. Santa Maria presso la foce del Rio Mogoro in agro di Terralba, a causa di un...

Parco di Porto Conte. Calich, tutti in bici alla scoperta della laguna
La valorizzazione e la tutela dell’ecosistema della laguna del Calich si sposa con la bicicletta. Una pedalata ecologica amatoriale suggella l’unione sabato mattina, 17 ottobre alle 09.00. “Viviilcalich, cattura la sua energia. Tutti in bici a scoprire la laguna” rientra nel progetto Retralgas, finanziato al Comune di Alghero con fondi interre...

Fermata anche la caccia alla Pernice e Lepre sarda. Vincono gli ambientalisti
Il T.A.R. Sardegna, con sentenza breve ha sospeso il decreto dell'assessore alla Difesa Ambiente che aveva aperto la caccia alla Pernice sarda e alla Lepre sarda per due giornate - 4 e 11 ottobre 2020, con un carniere potenziale complessivo per ognuno dei 35.987 cacciatori sardi di due esemplari per ogni specie animale. “La...

Parco di Porto Conte: domenica il progetto Rispetta Tua Madre
“Rispetta tua Madre”. E la mamma è Madre Terra, che genera, germoglia, fa sviluppare e accudisce. Ma come tutte le madri soffre se maltrattata. Domenica sarà il Parco a ricordare come rispettare Madre Terra e lo farà nell'ambito del progetto "Resilienti reattivi" con una mattinata dedicata alla sensibilizzazione sulle cause e gli effetti dei cambi...

Parco di Porto Conte: nidificazione del falco pescatore analizzata dagli esperti
Dopo l’eccezionale avvistamento e successiva nidificazione dell’avvoltoio capovaccaio e quella recentissima del falco pescatore avvenute l’estate appena trascorsa, il Parco regionale di Porto Conte e l’area marina protetta Capo Caccia – isola Piana diventano un caso di studio e ricerca sull’avifauna marina nel Mediterraneo occidentale.  

Stintino: al via il progetto per dare nuova vita alla spiaggia della Pelosa
Un nuovo tassello si aggiunge al progetto di tutela e valorizzazione della spiaggia delle Pelosa. Nei giorni scorsi si è chiusa positivamente la conferenza di servizi convocata dal Comune di Stintino per la valutazione degli approfondimenti richiesti dai vari enti coinvolti.  Sono arrivati, infatti, i pareri favorevoli di ...

Cagliari: il Grig lamenta un taglio sconsiderato di alberi
Il Gruppo di Intervento Giuridico fa sapere che in questi giorni il Comune di Cagliari ha comunicato che “verrà abbattuto nei prossimi giorni un ‘Pino d'Aleppo’ che poggia sul muro di cinta del complesso della Caserma ‘Carlo Alberto’ di viale Buoncammino. La decisione del Servizio Verde Pubblico è stata presa perché il pino ha perso la sua stabilit...

Stintino: "Foto trappole" contro l'abbandono dei rifiuti
L'amministrazione comunale predispone un progetto per contrastare comportamenti incivili L'amministrazione comunale di Stintino dice ancora una volta basta all'abbandono dei rifiuti sul territorio e predispone un progetto per l'installazione di telecamere. "Foto trappole" che, posizionate in punti strategici, consentiranno di individuare i respon...

Siliqua: trovato morto falco pescatore proveniente dalla Germania
Grazie alla segnalazione di un privato cittadino, il personale della Stazione Forestale di Siliqua, dipendente dall'Ispettorato forestale di Iglesias, ha individuato nei pressi del Castello Acquafredda di Siliqua un esemplare di falco pescatore morto ormai da diversi giorni. Il decesso è avvenuto con tutta probabilità a causa dell’ impatto d...