GriG: 35 mila “sì” alla salvaguardia delle coste della Sardegna

-
"La petizione per la salvaguardia delle coste sarde finalizzata al mantenimento dei vincoli di inedificabilità costieri nella fascia dei 300 metri dalla battigia marina, stabiliti dalle normative vigenti e dalla disciplina del piano paesaggistico regionale (P.P.R.), ha superato le 35 mila adesioni. Migliaia e migliaia di cittadini chiedono a gran voce una scelta di salvaguardia ambientale, una scelta per preservare il futuro, una scelta di civiltà. Altro cemento sulle coste non vuol dire turismo, significa solo degrado ambientale e perdita di attrattiva", così l'associazione Gruppo di Intervento Giuridico annuncia il risultato - non definitivo, specificano - che li supporta nella difficile campagna per la salvaguardia delle coste isolane. 

Il Governo, dopo le richieste provenienti dagli Uffici legislativi del Ministero dell’Ambiente, della Tutela del Territorio e del Mare e del Ministero per i Beni e Attività Culturali e il Turismo e anche in seguito alle istanze inoltrata  dall’associazione ecologista Gruppo d’Intervento Giuridico onlus e da un centinaio semplici cittadini, con deliberazione Consiglio dei Ministri del 7 agosto 2020, ha deciso di impugnare davanti alla Corte costituzionale la legge regionale 13 luglio 2020, n. 21 (Norme di interpretazione autentica del piano paesaggistico regionale) e la la legge regionale 24 giugno 2020, n. 17, che proroga i termini di efficacia del piano casa.  

"Si ricorda che, a maggioranza, il Consiglio regionale ha formulato con legge un’illegittima interpretazione autentica che consentirebbe la riscrittura del piano paesaggistico regionale nelle sue parti fondamentali (fascia costiera, zone agricole, beni identitari). In pratica - dettagliano dal GriG - la giunta sarebbe così autorizzata a riscrivere le parti fondamentali del P.P.R. senza ottemperare agli obblighi di pianificazione congiunta con il Mibact. Inoltre - proseguono - il testo è denso di illegittimità, non potendo la regione eludere l’obbligo di pianificazione congiunta in tutta quella fascia costiera e nelle aree agricole tutelate con vincolo paesaggistico oggetto di singoli provvedimenti di individuazione ovvero di tutela discendente dalla legge.  Ora più di 35 mila cittadini sostengono la campagna per la salvaguardia delle coste della Sardegna - commentano orgogliosi - ma naturalmente le adesioni alla petizione continueranno a giungere, in attesa del prossimo esame di un’altra proposta legislativa foriera di fortissime preoccupazioni per la tutela efficace delle coste sarde, il disegno di legge della Giunta Solinas per consentire aumenti volumetrici anche a due passi dal mare", concludono. 

Ambiente

Maltempo. Enas: dighe sotto controllo
Sono sotto controllo, con monitoraggio attivo, le dighe della Sardegna, sottoposte già dalla giornata di ieri a misure straordinarie, come previsto dal Piano di emergenza degli sbarramenti che in caso di piena prevede lo scarico graduale dell’acqua in eccesso. L’Ente acque della Sardegna, Enas, in costante collegamento con la Protezione Civile, ha ...

Parco Tepilora: terminato il secondo livello del corso Birdwatching
È durato circa tre mesi il corso di secondo livello, il primo tenuto in Sardegna, dedicato alla formazione di 13 assistenti/accompagnatori di Birdwatching. Padrone di casa il Parco naturale regionale di Tepilora che ha avviato le attività grazie alla preziosa collaborazione del famoso fotografo naturalista Domenico Ruiu: al suo fianco importanti st...

Cagliari: per la Festa degli Alberi 3mila nuove piante a dimora
Il Comune di Cagliari anche quest’anno sarà protagonista della Festa degli Alberi, iniziativa all’insegna del verde pubblico, iniziata ieri 27 novembre. L’assessora alla Cultura con la delega al Verde Pubblico Paola Piroddi ha voluto sottolineare che: "È una sfida che ci apprestiamo ad affrontare con quattro importantissimi appuntamenti che cons...

Olbia: verso una scuola plastic free, materiali compostabili nelle mense
Durante il consiglio comunale di ieri è stata approvata una variazione al bilancio di 27.000 euro per l’acquisto di posate e bicchieri in materiale biodegradabile destinati alle scuole della città di Olbia nelle quali è attivo il servizio mensa."L’appalto in corso prevede l’utilizzo di materiale di consumo in plastica. – afferma l’a...

CB Nord Sardegna: Valle del Coghinas più sicura per il rischio idrogeologico
La bassa Valle del Coghinas  è più sicura per quanto concerne il rischio idrogeologico. Verranno ultimati, nei prossimi giorni, i lavori di pulizia della rete di scolo portata avanti per oltre il 70% del totale dal Consorzio di Bonifica del Nord Sardegna. A darne notizia i vertici dell’ente Toni Stangoni, presidente, e Giosuè Brundu, direttor...

Riccio di Mare: plauso al Parco della deputata Deiana e le proposte Legambiente
“Esprimo grande soddisfazione per l'ordinanza emessa dal direttore del Parco regionale di Porto Conte e dell'Area Marina Protetta Capo Caccia – Isola Piana, Mariano Mariani, attraverso la quale, alla luce dello stato di grave depauperamento della risorsa, si vieta la pesca del riccio di mare da oggi e fino al 17 aprile nella stessa Area Marina Prot...

Fondi regionali a CB Gallura e  CB Nord Sardegna per le condotte in amianto
Sono stati assegnati nei giorni scorsi dalla Regione Sardegna al Consorzio di Bonifica del Nord Sardegna e al Consorzio di Bonifica della Gallura rispettivamente 15.500 e 17.000 che andranno a implementare le risorse necessarie per la manutenzione e il rinnovamento delle condotte che alimentano gli interi comprensori. Queste risorse nello specifico...

Sardegna: 300.000 euro ai consorzi di bonifica per lo smaltimento dell'amianto
Nell’ambito del Piano regionale di protezione, decontaminazione, smaltimento e bonifica dell’ambiente dall’amianto sono stati stanziati 300mila euro, destinati ai consorzi di bonifica, che non hanno beneficiato di analogo finanziamento nell’annualità precedente, e ad Abbanoa per l’attuazione di un programma straordinario di rimozione e smaltimento ...

Cagliari: domenica escursione gratuita alla Sella del Diavolo con il GrIG
Una nuova escursione guidata sul sentiero naturalistico ed archeologico della Sella del Diavolo promosso dall’associazione ecologista Gruppo d’Intervento Giuridico onlus. L’appuntamento è per domenica 15 novembre 2020, con partenza dal Piazzale di Cala Mosca alle ore 9.00. L’escursione è aperta a tutti, gratuita, e ai partecipanti sarà dato in omag...