CIA: gli agricoltori esclusi dall’esonero dei contributi Inps

-
Il DL “Rilancio” penalizza una parte rilevante dell’imprenditoria agricola, di fatto esclusa dall’esonero del pagamento dei contributi previdenziali relativi al primo semestre 2020. «La misura del DL Rilancio relativa al primo semestre 2020 è inspiegabilmente prevista per i soli datori di lavoro e di fatto esclude una parte rilevante del mondo imprenditoriale rurale» spiega il direttore regionale della Cia Sardegna, Alessandro Vacca, che a nome della Confederazione sarda chiede la rimodulazione del provvedimento con l'estensione dei vantaggi anche ai lavoratori autonomi, il rimborso dei versamenti già effettuati dagli imprenditori entro il 16 luglio, e il riconoscimento degli sgravi contributi per i giovani agricoltori insediati nel 2019. «Se l'obiettivo è superare le difficoltà economiche generate dal Covid 19 e la ripresa produttiva dei comparti agricoli in crisi definiti dal Dl Rilancio, l'esonero del versamento contributivo deve riguardare anche centinaia di migliaia di lavoratori autonomi agricoli, ossia coltivatori diretti, imprenditori autonomi professionali, coloni e mezzadri», prosegue il direttore. «Anche queste figure professionali hanno subìto in pari misura rispetto ai datori di lavoro i rilevanti danni economici causati dal blocco delle attività commerciali e hanno, pertanto, bisogno dello stesso supporto concreto e immediato da parte delle istituzioni». Per la Cia Sardegna l'esclusione è una decisione assurda che crea disparità fra le imprese e che danneggia particolarmente le piccole aziende, che costituiscono la maggior parte del tessuto agricolo sardo: «Chiediamo che il Dl Rilancio venga al più presto rivisto e che si ponga rimedio a una situazione imbarazzante, che mette in ulteriore crisi tutti i coltivatori. Avendo inoltre i lavoratori autonomi agricoli già provveduto al pagamento della prima rata Inps entro il 16 luglio 2020, Cia chiede il rimborso delle quote versate oppure la compensazione nei futuri adempimenti contributivi». C'è poi un altro problema per cui la Cia Sardegna chiede una soluzione immediata, e riguarda i giovani imprenditori delle campagne: «Sono stati completamente sbagliati i carichi contributivi calcolati per l'anno corrente dall'Inps per i giovani agricoltori che hanno maturato il diritto all’esonero totale o parziale dal pagamento in virtù della normativa esistente. Non sono inoltre stati inseriti nel calcolo gli sgravi contributivi previsti per via delle calamità naturali che in passato hanno colpito il territorio sardo. Si è quindi verificata una situazione inaccettabile a cui INPS deve obbligatoriamente porre rimedio evitando inoltre di imporre sanzioni per chi non fosse riuscito a pagare entro la scadenza prevista del 16 luglio», precisa Vacca, che solleva anche un’ulteriore questione: «A livello ministeriale si proceda con la stabilizzazione della misura di esenzione contributiva per i giovani agricoltori (articolo 1, comma 503 della legge 27 dicembre 2019, n.160) e il riconoscimento dello sgravio contributivo per i giovani imprenditori agricoli che si sono insediati nel corso del 2019, a tutt'oggi non riconosciuto».

Economia

Coldiretti: nasce il primo distretto rurale Sud Sardegna
Muove i primi passi il primo Distretto Rurale del sud Sardegna che questa mattina è stato presentato pubblicamente nel Centro polivalente Sant’Isidoro di Quartucciu durante il primo incontro di animazione per promuoverne la costituzione. L’idea del nuovo Distretto rurale - la Sardegna al momento ne conta solo uno in Barbagia -, è nata grazie ad ...

Ogliastra: le anziende dei culurgiones IGP danno vita al Consorzio di Tutela
254 mila chilogrammi di culurgiones belli, profumati che raccontano l'amore per il piatto più pregiato dell'Ogliastra con la sua caratteristica cucitura a mano realizzata mentre si raccontano tradizioni e storie di vita, talmente tante che nei giorni scorsi si è riuscisti a proteggere il prodotto tipico con il Consorzio di Tutela dei Culurgion...

AES: la crisi dell'editoria sarda e il silenzio di Biancareddu
Un silenzio assordante che si protrae ormai dalla quarantena è quello che aleggia attorno al futuro delle case editrici sarde che ancora attendono un segnale da parte dell’assessore regionale alla Pubblica Istruzione Andrea Biancareddu.L’AES - Associazione Editori Sardi - ha più volte formulato la richiesta di destinare alle case ed...

Faita Sardegna: la sofferenza dei campeggi
E’ stato stimato con un - 65% delle presenze, rispetto ai dati 2019, il traffico turistico di luglio nei campeggi della Sardegna. Un dato in leggero miglioramento rispetto a giugno che, pesantemente penalizzato dall’incertezza e dal lockdown ha segnato un -90%, per le poche strutture che hanno aperto da inizio mese. A tracc...

Vermentino di Gallura DOCG approda in Piemonte
Nell’ambito delle iniziative relative al Progetto Benvenuto Vermentino 2020, il Comune di Olbia, insieme alla Camera di Commercio di Sassari e Promocamera, il Consorzio di Tutela del Vermentino di Gallura DOCG hanno accolto l’invito dell’Associazione “Collisioni” di Barolo per partecipare all’evento organizzato nel cortile del Castello di Barolo...

Camera di Commercio Sassari: riparte Salude e Trigu
Il Programma Quadro promozionale della Camera di Commercio di Sassari, “SALUDE & TRIGU”, nato per la valorizzazione delle tradizioni popolari attraverso le manifestazioni di particolare richiamo turistico soprattutto nei periodi di bassa stagione, riprende dopo il congelamento delle manifestazioni per via del Covid. Attraverso “SALUDE...

Coldiretti: Spiritu Sardu è il miglior olio Evo sardo
Spiritu Sardu dell’oleificio Masoni Becciu di Villacidro, è il miglior olio extravergine di oliva sardo. Mentre il migliore prodotto dagli hobbisti è quello di Mario Stochino di Ilbono.  Lo ha decretato la quinta edizione del concorso olearia Ozzu sardu che ha incoronato i migliori oli extravergine di oliva prodotti e lavorati in Sardegn...

Costa Smeralda: ambiente e nuove tecnologie i pilastri per lo sviluppo futuro
Si è riunita nella giornata di ieri presso il Conference Center di Porto Cervo, la tradizionale Assemblea Generale del Consorzio Costa Smeralda. Il Consorzio è un’associazione senza fini di lucro nata il 14 marzo del 1962 per gestire, controllare e proteggere i territori della Gallura denominati Costa Smeralda a beneficio dei suoi consorziati. Il...

Porto Torres: l'Asinara apre ai matrimoni da sogno
Un matrimonio su un'isola selvaggia, tra ambienti incontaminati e acque limpide. L’Asinara è il palcoscenico ideale per raccontare in immagini il sogno d’amore. Consapevoli del potenziale dell'isola parco il Comune di Porto Torres ha deciso di estendere anche all’isola parco il progetto di promozione turistica Destination Wedding, già avviato ...

Destinazione Sardegna: tempo per le Faq fino al 4 agosto, poi via alle domande
A seguito delle numerose richieste di chiarimento (Faq), da parte di titolari di impresa, consulenti del lavoro e rappresentanti di categoria, l’assessore regionale del Lavoro, Alessandra Zedda, comunica di aver prorogato ulteriormente la data di presentazione delle domande per il bando ‘Destinazione Sardegna Lavoro’, al 4 agosto 2020.  ...