Cronaca giudiziaria e violenza di genere. Le donne chiedono rispetto.

-
Due casi di cronaca giudiziaria in questi giorni, due momenti di riflessione su come i casi relativi alla violenza sulle donne sono gestiti dalla giustizia. 

Dopo 15 anni di iter giudiziario penoso, il processo si è prescritto. Nessuna giustizia per una giovane gallurese, oggi 36enne, costretta a prostituirsi dal padre e dal fratello ancora minorenne. Minacce, insulti, umiliazioni, percosse e abusi fino al raggiungimento della maggiore età, quando trova il coraggio di chiedere aiuto al centro antiviolenza di Prospettiva Donna. Oggi i colpevoli sono liberi e a lei rimane il fardello insopportabile di una giustizia mai raggiunta e di un dolore interiore che mai si placa. 

Una richiesta di archiviazione è stata avanzata i giorni scorsi dal PM nell’ambito dell’inchiesta sull’aggressione subìta davanti ad un supermercato di Nuoro da Maria Lapia, deputata del Movimento 5 Stelle. Questa volta l’archiviazione viene respinta dal GIP del tribunale di Nuoro e l’accusa viene aggravata con un’imputazione per violenza privata. 

Per due lunghi anni Maria Lapia ha però subito umiliazioni e attacchi di ogni genere e da ogni dove, accusata di essere bugiarda, mitomane e di aver simulato l’aggressione. Invece è vittima e finalmente il giudice stabilisce l’esistenza di un violento. E’ che, per principio – nella nostra cultura distorta e misogina – la donna che subisce un’aggressione è sempre colpevole: perché indossa gonne troppo corte, jeans troppo attillati, perché ha bevuto, perché è troppo sicura di se, perché ha sorriso compiacente; c’è sempre un motivo per discreditarla, diffamarla, denigrarla. 

La denuncia di una donna violentata, maltrattata è sempre posta in discussione. C’è bisogno di tanta forza, caparbietà, coraggio per non cedere di fronte alle difficoltà che il cammino giudiziario presenta. Affrontare il pubblico ludibrio, essere bersaglio di offese, allusioni e calunnie sessiste pur di arrivare alla “giustizia” è delle donne forti e coraggiose, un prezioso esempio per tutte le altre che il coraggio ancora non lo trovano. 

Dentro e fuori le aule di giustizia, sui social, giornali, radio e televisione, vengono spesso istituiti processi mediatici alla vittima piuttosto che all’aggressore violento. La lentezza della giustizia come anche un linguaggio irrispettoso, stereotipato e una narrazione scorretta non sono buoni alleati delle donne, sono una gogna pubblica per le vittime, violenza che si perpetua, che continua a ferire, una vittimizzazione secondaria. 

Evitare la spettacolarizzazione e usare un linguaggio rispettoso nei casi di violenza di genere è un principio ribadito nell’ultimo Consiglio Nazionale dell’Ordine dei Giornalisti che ha, in tal senso, modificato il relativo articolo del testo deontologico dell’Ordine. E’ un gesto che va nella direzione del rispetto delle differenze di genere, un contributo di civiltà che arriva alla vigilia del 24 novembre, giornata mondiale per l’eliminazione della violenza contro le donne. Sicuramente importanti sono gli eventi, gli incontri e le manifestazioni, che ogni anno si organizzano, come opera di sensibilizzazione nei confronti della violenza di genere ma ora è necessario un cambio di marcia. 

La violenza di genere è una violazione dei diritti umani, è un fenomeno strutturale e non emergenziale che necessita una trattazione profonda, una ricerca di soluzioni decise ed immediate per educare la società ad un futuro migliore e consegnare i mostri violentatori nelle mani di una giustizia veloce, sensibile e rispettosa nei confronti di chi li subisce.

Cronaca

Olbia: scuole chiuse dalle 13.00 di domani e per tutta la giornata di sabato
Il sindaco Settimo Nizzi, visto il bollettino emanato dalla protezione civile di allerta rossa per forti piogge e rischio idrogeologico, ha disposto per la giornata di venerdì 27 settembre, la chiusura di tutte le scuole di ogni ordine e grado, pubbliche e private e dei centri per l’infanzia nel territorio del Comune di Olbia a partire dalle ore 1...

Olbia: fine settimana all'insegna nel maltempo, in arrivo forti piogge
La protezione civile ha emanato un bollettino di condizioni metereologiche avverse a partire dalle 18.00 della giornata di domani venerdì 27 novembre. Il rischio idrogeologico è così suddiviso: - codice ROSSO (criticità ELEVATA) sulle aree dell’ Iglesiente, del Campidano, del Flumendosa Flumineddu e Gall...

Nuoro: supporto psicologico telefonico ai parenti dei pazienti covid
È attivo il servizio telefonico di assistenza psicologica rivolto ai familiari dei pazienti dei reparti Covid dell’ospedale San Francesco di Nuoro e agli ex-pazienti del nosocomio del capoluogo barbaricino nella fase post-ospedaliera. “Un servizio importante sul piano dell’umanizzazione del cure”, dichiara l’assessore regio...

I Riformatori chiedono un sostegno economico per l’assistenza agli anziani
«Un intervento di sostegno economico da parte della Regione per aiutare le famiglie a sostenere la retta di accoglienza degli anziani ed un sostegno una tantum per le strutture di accoglienza» è quando chiede Aldo Salaris, a nome del gruppo dei Riformatori Sardi in consiglio regionale, al Presidente Christian Solinas e all’Assessore alla Sanità Mar...

Uniss: gli auguri al nuovo Rettore dal Presidente Pais
"Congratulazioni e auguri di buon lavoro”. Il Presidente del Consiglio regionale Michele Pais ha inviato al nuovo Rettore dell’Università di Sassari Gavino Mariotti le felicitazioni per il prestigioso incarico che da ieri ricopre. “La Sua esperienza e la Sua competenza – scrive il Presidente Pais – saranno preziose per l...

UNICEF: nuovo rapporto su HIV-AIDS nei bambini e giovani
Secondo il nuovo rapporto dell’UNICEF, nel 2019, quasi ogni minuto e quaranta secondi un bambino o un giovane sotto i 20 anni è stato contagiato dall’HIV, portando il numero totale di bambini e giovani che convivono con l’HIV a 2,8 milioni. Il rapporto evidenzia come i bambini siano lasciati indietro nella lotta contro l’HIV. 

Olbia: a 7 anni dall' alluvione bando per ricostruire il ponte sul Rio Enas
Anas , Gruppo FS Italiane,  ha pubblicato in Gazzetta Ufficiale, un bando del valore di 5,4 milioni di euro per i lavori di ricostruzione del ponte sul Rio Enas, in territorio comunale di Olbia, crollato a seguito degli eventi alluvionali del 18 e 19 novembre del 2013.   La durata dell' app...

Olbia: al via le iscrizioni all' Unitre per l' Anno Accademico 2020/21
A partire da lunedì 30 novembre, dalle ore 10 alle ore 12, presso la sede Unitre in via Udine snc porta n. 3, sono aperte le iscrizioni all’Unitre-Olbia per l’Anno Accademico 2020/2021.Tenuto conto della particolare situazione economica e sanitaria del momento, il Consiglio Direttivo ha fissato la quota associativa in euro 50 (s...

Mariotti nuovo Rettore dell'Uniss. Gli auguri dell'AOU
Il professor Gavino Mariotti  è il nuovo Rettore dell'Università degli Studi di Sassari eletto per il sessennio 2020/2021 – 2025/2026. Ha ottenuto nella seconda votazione 366 voti, a fronte dei 188 di Gian Paolo Demuro e dei 125 registrati da Luca Deidda, ed è il primo Magnifico che l’Ateneo di Sassari abbia eletto con il voto telematico. Prof...

Olbia: Ragnedda nuovo Presidente della Conferenza Territoriale Socio Sanitaria
Questa mattina, nella sede del museo archeologico della città, si è riunita la Conferenza Territoriale Socio Sanitaria della Assl di Olbia, che ha eletto all' unanimità quale suo presidente il sindaco di Arzachena, Roberto Ragnedda.  Durante l'incontro odierno, presieduto dal direttore della Assl di Olbia, Paolo Tauro,...