Oristano: 130.000 euro per l'abbattimento delle barriere architettoniche

-
Al via in alcune zone della città e delle frazioni i lavori per l’abbattimento delle barriere architettoniche. Il Comune di Oristano ha aggiudicato l’appalto per il progetto da 130 mila euro (finanziato dal Ministero dello Sviluppo economico) per gli interventi in tre aree che presentano condizioni di particolari criticità. La gara è stata vinta dall’impresa edile Caredda di Quartu S. Elena che ha presentato una offerta con un ribasso del 26,18% pari a 81 mila euro.

“Il progetto, che segue altri interventi realizzati o tuttora in corso, è stato redatto per effettuare i necessari lavori per l'eliminazione delle barriere architettoniche dalla viabilità ed in particolare dai marciapiedi, che non consentono o rendono difficoltosa la circolazione pedonale negli abitati della città e delle frazioni” precisa il Sindaco Andrea Lutzu. “Spesso siamo portati a pensare che le barriere architettoniche siano gli ostacoli (gradini, dislivelli, discontinuità dei piani pedonali dei marciapiedi e degli attraversamenti stradali, limitata o inadeguata larghezza dei marciapiedi, presenza di ostacoli nei marciapiedi, in particolare segnaletica verticale, illuminazione e semafori) che non permettono la completa mobilità alle persone con disabilità – osserva l’Assessore Pinna -. In realtà le barriere sono un ostacolo per tutte le persone in condizioni limitate di movimento temporaneo o permanente: bambini, anziani, gestanti. Nei confronti di tutti abbiamo il dovere di eliminare gli ostacoli e contribuire alla loro qualità della vita”. “Tra i tanti interventi necessari per l’abbattimento delle barriere architettoniche con questo intervento, nel limite delle risorse disponibili, abbiamo individuato tre realtà la cui soluzione ai problemi di mobilità pedonale rappresenta una priorità per la posizione e l’importanza relativamente alla mobilità pedonale” aggiunge l’Assessore Pinna.

Un primo intervento riguarda un tratto della via Sardegna (in prosecuzione di quanto eseguito con un primo finanziamento) all’intersezione con via Cimarosa, punto strategico di passaggio per la scuola elementare di via Bellini e il mercato civico. Sono presenti marciapiedi di larghezza insufficiente e sono quasi totalmente assenti le rampe negli attraversamenti pedonali. Il secondo intervento è nella via Mazzini, tra vico Mazzini, via Figoli e via Serneste, dove sono presenti marciapiedi di larghezza insufficiente e con ostacoli dovuti alla segnaletica verticale ed ai sostegni degli impianti, nonché assenza di scivoli negli attraversamenti pedonali. Ultimo intervento a Massama, nella via Casalini, via di accesso pedonale all’abitato della frazione in corrispondenza della quale sono situati i giardini pubblici. Sul lato dell’area verde mancano totalmente il marciapiede e le rampe negli attraversamenti pedonali e per l’accesso ai giardini.

Il progetto prevede lo spostamento o l’eliminazione degli ostacoli (pali di sostegno di impianti tecnologici o di segnalazione, dissuasori, panchine) che limitano la fruizione dei marciapiedi, impedendo il passaggio dei pedoni; la manutenzione straordinaria mediante risanamento del manto stradale in corrispondenza degli attraversamenti pedonali; la realizzazione degli scivoli, in corrispondenza degli attraversamenti pedonali, per il superamento del dislivello strada-marciapiede, in modo da consentire l'attraversamento della carreggiata ai disabili motori; il rifacimento, adeguamento o integrazione della segnaletica orizzontale e verticale; il rifacimento completo e l’eventuale allargamento dei marciapiedi inadeguati; l’adeguamento o rifacimento degli impianti di smaltimento acque meteoriche; i risanamenti di marciapiedi, ed eventualmente le cordonate.

Cronaca

Proteste del latte: 38 allevatori indagati a rischio processo
Violenza privata aggravata, danneggiamento, blocco del traffico e sequestro di persona: queste alcune delle ipotesi di reato a carico di 38 allevatori che ora rischierebbero il processo, indagati nell’ambito dell’inchiesta sulle proteste per il prezzo del latte consumatesi ad Abbasanta nel 2019. Secondo quanto riportato dal...

Sassari: una nuova ordinanza del sindaco per aiutare gli esercenti
Il sindaco di Sassari, Gian Vittorio Campus, ha firmato una nuova ordinanza in materia di occupazione del suolo comunale per gli esercizi pubblici. Il regolamento è stato prorogato, dal 31 ottobre, fino al 15 gennaio 2021 in modo tale da venire incontro ai commercianti e ai gestori di locali e attività economiche che hanno...

Regione: fondi per le Università della Terza Età
La Giunta regionale riconosce alle Università della Terza Età un ruolo fondamentale di particolare rilevanza per la più ampia diffusione della cultura e della tradizione. Lo sviluppo della personalità e del sapere dei cittadini sardi adulti e anziani, il loro pieno inserimento nella vita sociale e culturale delle comunità i...

Lapia M5S: allarme per carenza di OSS al San Francesco di Nuoro
“I reparti ospedalieri sono in affanno per la mancanza di operatori socio sanitari ma Regione e Ats temporeggiano. I vertici della Sanità pubblica sarda procedano all’assunzione immediata di nuovi oss e alle stabilizzazioni dei precari. Trovino il modo, attraverso le procedure di mobilità, di avvicinare gli oss del nuorese e dell’Ogliastra, c...

Olbia: pit-stop tamponi Ats-Assl si trasferisce in via del Quarzo
Il Pit Stop tamponi della Assl di Olbia cambia sede: per alleggerire la pressione veicolare concentrata sul centro cittadino, la Direzione della Assl di Olbia, di concerto con l’Amministrazione Comunale, hanno stabilito di trasferire la tensostruttura in via del Quarzo, nei pressi della Cittadella della Carità e della Chiesa di San Michele Arc...

Progressisti e PD sul diritto allo studio: diminuite le borse di studio ERSU
“In piena pandemia, con i redditi delle famiglie già messi in difficoltà, apprendiamo dalle graduatorie definitive delle borse di studio Ersu che 439 studenti risultano idonei non beneficiari per mancanza di risorse disponibili”. Franco Stara, consigliere regionale di Italia Viva aderente al gruppo dei Progressisti, invita l'assessore Biancaredd...

Regione: 5 milioni alle sedi universitarie decentrate
Le sedi Universitarie decentrate della Sardegna potranno usufruire per l’anno accademico 2020/2021 di un fondo di 5 milioni e 600 mila euro. Lo ha deciso la Giunta Regionale, che ha ripartito la dotazione finanziaria a favore delle sedi Universitarie decentrate, il Consorzio per la promozione degli studi universitari nella Sardegna centrale di N...

Olbia: via della Resistenza sarà ripristinata in altro loco
“L’Anpi -associazione nazionale partigiani d’Italia- provincia Olbia Tempio, ha mandato al Sindaco Settimo Nizzi una missiva dove esprime il suo disappunto per la cancellazione di “via della Resistenza” dalla toponomastica cittadina”.  Il sindaco risponde e precisa : “Il nome, lì dove era, non si può mantenere, perch...

Olbia: protesta contro DPCM Conte, 1 novembre Molo Brin
Art.1 della Costituzione: l’Italia è una Repubblica Democratica basata sul lavoro…e voi questo lavoro ce lo togliete. Questo lo slogan della protesta che si terrà domenica 1 novembre alle ore 10.00 al Molo Brin. La manifestazione pacifica, autorizzata dalla Questura, vuole esprimere il disappunto per restrizioni  conte...

La DAD non è il vaccino per il Covid-19
La DAD non è il vaccino per la prevenzione della diffusione del COVID-19. Ne sono certi i membri del coordinamento dei Presidenti di Consiglio di Circolo e d'Istituto della Regione Sardegna che attraverso una nota smontano punto per punto le motivazioni che reggono l’implementazione della DAD al 75 e al 100%.  “La scuola non produce...