Olbia: replica del Sindaco alla denuncia della dirigente Palermo

-
Il sindaco Settimo Nizzi ha convocato questo pomeriggio a Olbia una conferenza stampa per rispondere alle accuse di violenza sessuale mosse questa mattina dalla dirigente comunale Gabriella Palermo

“Io a fronte di quelle esternazioni - afferma Nizzi - mi son recato nel pomeriggio presso la Stazione dei Carabinieri di Olbia e ho sporto ulteriore denuncia per diffamazione a mezzo stampa e per tutte le valutazioni che poi la magistratura vorrà assumere. Io sono una persona serena e tranquilla - prosegue - mi dispiace per tutto il fango gettato sulla mia persona e sulla mia famiglia. Io giuro sui miei figli, su me stesso, di non aver mai compiuto nessun atto nei confronti di questa persona, avevo paura a riceverla, perché nel tempo aveva dato al sottoscritto colpe che non avevo”. 

La Palermo era stata licenziata dall’Ex direttore generale del Comune di Olbia e ha accusato il sindaco di avere grosse responsabilità in questo percorso. A causa di un errore di procedura sullo stesso è stata riassunta. “I procedimenti amministrativi fanno parte di una struttura tecnica in un comune e non politica,- prosegue Nizzi - quindi io non potevo intervenire”. 

Il sindaco sostiene che le accuse dipendono dalla sua sospensione e dal fatto che non si sia piegato al suo volere. “Ho piena fiducia nella magistratura, la vicenda per me è chiara, cristallina e trasparente e sono sicuro che tutto verrà chiarito”. Il primo cittadino ha allegato alla denuncia tutti i messaggi what’s app ricevuti dalla Palermo che, secondo lui, serviranno a far luce sulla vicenda: "Non mi spiego come si possa arrivare ad attaccare una persona del delitto più efferato che possa esistere. Piuttosto mi sarei tagliato la testa", asserisce Nizzi.

Visto il momento politico particolare - Nizzi è infatti quasi alla fine del suo mandato - afferma: “in questo momento non nego che vi sia la necessità di salvaguardare il mio onore, le accuse di questa persona son un tentativo perché io venga estromesso dall’agone politico. Una donna - conclude - non si può fare scudo di una menzogna cosi grande nei confronti di un pubblico amministratore che opera nell’interesse della collettività solo perchè non si è piegato alle sue richieste di entrare all’interno di un procedimento che per legge è vietato”.

Cronaca

Proteste del latte: 38 allevatori indagati a rischio processo
Violenza privata aggravata, danneggiamento, blocco del traffico e sequestro di persona: queste alcune delle ipotesi di reato a carico di 38 allevatori che ora rischierebbero il processo, indagati nell’ambito dell’inchiesta sulle proteste per il prezzo del latte consumatesi ad Abbasanta nel 2019. Secondo quanto riportato dal...

Sassari: una nuova ordinanza del sindaco per aiutare gli esercenti
Il sindaco di Sassari, Gian Vittorio Campus, ha firmato una nuova ordinanza in materia di occupazione del suolo comunale per gli esercizi pubblici. Il regolamento è stato prorogato, dal 31 ottobre, fino al 15 gennaio 2021 in modo tale da venire incontro ai commercianti e ai gestori di locali e attività economiche che hanno...

Regione: fondi per le Università della Terza Età
La Giunta regionale riconosce alle Università della Terza Età un ruolo fondamentale di particolare rilevanza per la più ampia diffusione della cultura e della tradizione. Lo sviluppo della personalità e del sapere dei cittadini sardi adulti e anziani, il loro pieno inserimento nella vita sociale e culturale delle comunità i...

Lapia M5S: allarme per carenza di OSS al San Francesco di Nuoro
“I reparti ospedalieri sono in affanno per la mancanza di operatori socio sanitari ma Regione e Ats temporeggiano. I vertici della Sanità pubblica sarda procedano all’assunzione immediata di nuovi oss e alle stabilizzazioni dei precari. Trovino il modo, attraverso le procedure di mobilità, di avvicinare gli oss del nuorese e dell’Ogliastra, c...

Olbia: pit-stop tamponi Ats-Assl si trasferisce in via del Quarzo
Il Pit Stop tamponi della Assl di Olbia cambia sede: per alleggerire la pressione veicolare concentrata sul centro cittadino, la Direzione della Assl di Olbia, di concerto con l’Amministrazione Comunale, hanno stabilito di trasferire la tensostruttura in via del Quarzo, nei pressi della Cittadella della Carità e della Chiesa di San Michele Arc...

Progressisti e PD sul diritto allo studio: diminuite le borse di studio ERSU
“In piena pandemia, con i redditi delle famiglie già messi in difficoltà, apprendiamo dalle graduatorie definitive delle borse di studio Ersu che 439 studenti risultano idonei non beneficiari per mancanza di risorse disponibili”. Franco Stara, consigliere regionale di Italia Viva aderente al gruppo dei Progressisti, invita l'assessore Biancaredd...

Regione: 5 milioni alle sedi universitarie decentrate
Le sedi Universitarie decentrate della Sardegna potranno usufruire per l’anno accademico 2020/2021 di un fondo di 5 milioni e 600 mila euro. Lo ha deciso la Giunta Regionale, che ha ripartito la dotazione finanziaria a favore delle sedi Universitarie decentrate, il Consorzio per la promozione degli studi universitari nella Sardegna centrale di N...

Olbia: via della Resistenza sarà ripristinata in altro loco
“L’Anpi -associazione nazionale partigiani d’Italia- provincia Olbia Tempio, ha mandato al Sindaco Settimo Nizzi una missiva dove esprime il suo disappunto per la cancellazione di “via della Resistenza” dalla toponomastica cittadina”.  Il sindaco risponde e precisa : “Il nome, lì dove era, non si può mantenere, perch...

Olbia: protesta contro DPCM Conte, 1 novembre Molo Brin
Art.1 della Costituzione: l’Italia è una Repubblica Democratica basata sul lavoro…e voi questo lavoro ce lo togliete. Questo lo slogan della protesta che si terrà domenica 1 novembre alle ore 10.00 al Molo Brin. La manifestazione pacifica, autorizzata dalla Questura, vuole esprimere il disappunto per restrizioni  conte...

La DAD non è il vaccino per il Covid-19
La DAD non è il vaccino per la prevenzione della diffusione del COVID-19. Ne sono certi i membri del coordinamento dei Presidenti di Consiglio di Circolo e d'Istituto della Regione Sardegna che attraverso una nota smontano punto per punto le motivazioni che reggono l’implementazione della DAD al 75 e al 100%.  “La scuola non produce...