Aborto farmacologico: con la pillola non serve ricovero

-
Il Ministero della Salute ha aggiornato le linee guida per l'aborto farmacologico a 10 anni dall'introduzione della pillola abortiva RU486 nel nostro paese. Viene abolito l'obbligo del ricovero, sarà sufficiente il day hospital; l'interruzione volontaria di gravidanza (IVG) sarà inoltre possibile fino alla nona settimana e non più fino alla settima. Le donne in salute potranno tornare a casa dopo mezz'ora dall'assunzione del farmaco. Questo nel rispetto della legge 194 che tutela la dignità personale della donna e della sua integrità fisica e psichica considerando che l'aborto di per se risulta una delle scelte più dolorose e difficili a cui può ricorrere nel corso della sua vita. 

Dopo una lunga incertezza normativa, lo mette nero su bianco il Ministro della Salute Roberto Speranza precisando che "le nuove linee guida, basate sull'evidenza scientifica, prevedono l'interruzione volontaria di gravidanza con metodo farmacologico in day hospital e fino alla nona settimana. E' un passo avanti importante nel pieno rispetto della 194 che è e resta una legge di civiltà". Legge in vigore da 40 anni, mai pienamente attuata e periodicamente messa in discussione. L'ennesimo attacco, in ordine temporale, è stato a giugno la delibera della regione Umbria: approfittando del vuoto legislativo ribadiva il ricovero ospedaliero di 3 giorni per l'aborto farmacologico, causando vive proteste delle associazioni femminili e migliaia di donne in piazza. Da qui la decisione del Ministro Speranza di intervenire chiaramente con nuove linee guida per tutte le regioni, alcune delle quali avevano già scelto il metodo day hospital o addirittura ambulatoriale, anche per sottrarre le donne ad un inutile stigma. 

E' una grande vittoria di tutte le donne, anche per le donne sarde. La nostra regione aveva infatti accettato le sommarie indicazioni delle prime linee guida, risalenti al 2009, anno di introduzione della RU486 in Italia, che prevedevano un ricovero ordinario di 3 giorni per l'aborto farmacologico a cui diverse regioni italiane avevano derogato perché scientificamente e umanamente inaccettabili. A nulla è valsa la presentazione di una mozione (N. 106 del 05.11.19) da parte del consigliere regionale Gianfranco Satta di Campo Progressista e di altri consiglieri dell'opposizione di centro sinistra per richiedere la modifica della prescrizione del ricovero.

"E' una grande vittoria, un grande sollievo - riferisce con soddisfazione Speranza Piredda, presidente della Rete delle Donne di Alghero che ha personalmente combattuto per raggiungere questo obiettivo - la scelta della Regione Sardegna ha prodotto un uso limitato della pillola abortiva, più sicura e meno invasiva. Questo è un grande cambiamento. Finalmente le donne italiane vedono riconosciuto un diritto che non avevano; ora sono alla pari con tutte le altre donne europee". Un altro traguardo di tappa raggiunto dopo 40 anni di lotte in difesa e per la completa attuazione di una legge di civiltà giuridica e sociale - la 194/87 - che ha visto due generazioni di donne impegnate a contrastarne i continui attacchi, a vigilare, senza mai abbassare la guardia, su una loro conquista di libertà ed autodeterminazione.

Cronaca

Sassari: arriva il primo rapporto statistico della città
Sensazionale novità quella annunciata dall'amministrazione sassarese. Nel sito del Comune di Sassari, a partire da oggi, sarà possibile consultare un rapporto statistico sulla popolazione residente nel territorio turritano. I dati fotografano la situazione risalente al 31 dicembre 2019. Inoltre da giugno 2020 il servizio Statistica del settore Bila...

Carbonia: il Museo del Carbone aderisce alle Giornate Europee del Patrimonio
Il Museo del Carbone aderisce alle Giornate Europee del Patrimonio 2020, programmate per il 26 e 27 Settembre, che quest'anno hanno come tema principale Learning for life - Imparare per la vita. Entrambe le giornate prevedono l'ingresso con biglietto ridotto - di sei euro - per la visita guidata del sottosuolo e della Sala Argani. Sabato...

Carbonia: messaggio di auguri della Sindaca Massidda gli studenti
"Si apre ufficialmente un anno scolastico dal sapore tutto nuovo. Si ritorna a scuola dopo il lungo e brusco stop alle attività didattiche in presenza, causato dall’epidemia da Coronavirus, che non è ancora sconfitta ma necessita prudenza, cautela e senso di responsabilità da parte di tutti noi. In queste settimane l’Amministrazione Comunal...

Cagliari: i consiglieri del centrosinistra mandano gli auguri agli studenti
"Finalmente i ragazzi e le ragazze delle scuole cittadine, dopo lo stop causato dall'emergenza Covid-19, torneranno in classe grazie soprattutto al senso di responsabilità e all'impegno straordinario di tutto il personale scolastico, delle famiglie e degli studenti. Non possiamo che esserne felici e auguriamo a tutti e a tutte una serena ripre...

Quartu: nuove misure per l'ingresso a scuola. Delunas firma l'ordinanza
Mascherine all’entrata e all’uscita e divieto di assembramento per i genitori, che quindi dovranno limitare la sosta nei pressi degli istituti al tempo strettamente necessario per portare o riprendere i figli. Tenendo conto dell’attuale situazione epidemiologica e anche delle indicazioni operative per la gestione dei focolai di Covid 19 ...

Delusione per molti studenti per il mancato rientro a scuola
In molti Comuni della Sardegna è slittata la data di inizio delle lezioni per via dei ritardi nei controlli che tutto il personale scolastico ha deciso di fare per garantire un rientro a scuola in sicurezza. In alcuni casi si rinvia di pochi giorni in altri si oltrepassa la settimana. Mai come quest’anno i bambini e i raga...

Tortolì: la campanella ha suonato questa mattina negli istituti rinnovati
Questa mattina anche a Tortolì ha suonato la campanella per i tantissimi studenti del comune. I due Istituti Comprensivi del paese sono stati oggetto di lavori di adeguamento degli spazi e delle aule e sono pronte al rientro degli studenti, dopo la lunga pausa legata all'emergenza sanitaria. Il Comune e` risultato, infatti, beneficiario di un fi...

Oristano: 130.000 euro per l'abbattimento delle barriere architettoniche
Al via in alcune zone della città e delle frazioni i lavori per l’abbattimento delle barriere architettoniche. Il Comune di Oristano ha aggiudicato l’appalto per il progetto da 130 mila euro (finanziato dal Ministero dello Sviluppo economico) per gli interventi in tre aree che presentano condizioni di particolari criticità. La gara è stata vinta d...

Nord Sardegna: la Camera di Commercio presenta l’azione della nuova governance
Sono sei. Il Presidente, Stefano Visconti insieme ai cinque componenti della giunta camerale: la vicepresidente Maria Amelia Lai, Giovanni Conoci, Benedetto Fois, Matteo Luridiana e Paolo Murenu. Tutti insieme al consiglio. Per una nuova governance del territorio, unita e di prospetto che è stata presentata stamani alla stampa. Il Nord Sarde...